APPELLO: martedì 20 gennaio in piazza alla Camera per chiedere rinnovo proroga sfratti

Je suis sfrattato_ui_definitivo

APPELLO: 20 gennaio ore 10,00/13,00 in piazza sotto la Camera PER UNA MOBILITAZIONE DI TUTTE LE FORZE SOCIALI PER CHIEDERE IL RINNOVO DELLA PROROGA DEGLI SFRATTI PER FINITA LOCAZIONE

Il governo Renzi non  ha prorogato la sospensione degli sfratti per finita locazione alle famiglie con gravi disagi.

Si trattava di una mini proroga che riguardava una porzione minima degli sfratti emessi ed eseguiti. Il 90% degli sfratti, quelli per morosità spesso incolpevole, non rientravano nella proroga.

Questo non rende l’atto del governo meno odioso perché la proroga riguardava nuclei poveri e con gravi disagi familiari, per la gran parte costituito da anziani che, una volta gettati fuori dall’abitazione in cui vivono, non hanno alternativa.

La città di Roma, già ampiamente coinvolta dal dramma abitativo che vivono decine di migliaia di cittadini, verrà quindi sconvolta dalla vergogna di migliaia di sfratti che colpiranno nuclei con redditi bassi e condizioni familiari difficili per presenza di anziani, minori, portatori di handicap grave e malati terminali, senza che il Comune o altra amministrazione pubblica possa essere in grado di affrontare il problema.

Positiva è stata la presa di posizione dell’assessore alla casa del comune di Roma, Francesca  Danese, che, insieme agli assessori di Milano e Napoli, ha mandato una lettere di protesta al governo e ha richiesto un ripensamento.

Per adesso, il Ministro Lupi si trincera dietro una cortina fumogena di giustificazioni bugiarde e che abbiamo smontato una per una.

Cresce, però, il fronte di quanti chiedono un passo indietro e si rivolgono al Parlamento al fine di modificare una decisione iniqua e sbagliata.

Modificare la decisione che il governo ha preso è pertanto possibile e per farlo occorre che la camera dei Deputati, dove il decreto sarà discusso in prima battuta, approvi un emendamento che disponga che anche per il 2015 sia in vigore la sospensione dell’esecuzione degli sfratti per finita locazione ai danni dei nuclei con difficoltà economiche e disagi familiari.

Per questo, occorre subito lanciare una mobilitazione unitaria, vasta e articolata che coinvolga il più ampio spettro possibile di forze sociali, sindacali, politiche, delle associazioni del volontariato laico e religioso, di rappresentanti delle amministrazioni locali, di parlamentari e rappresentanti di gruppi municipali, comunale e regionale.

Lanciamo un appello per organizzare “picchetti antisfratto” ad ogni accesso dell’Ufficiale Giudiziario ed un presidio per il giorno martedì 20 Gennaio 2015 dalle ore 10 alle ore 13

Sotto la Camera dei deputati e incontrare tutti i gruppi parlamentari affinché vi sia l’impegno ad approvare un emendamento che reintroduca la proroga.

Rivolgiamo altresì un appello per una rete cittadina contro gli sfratti e organizzare picchetti anti sfratto per impedire che, nelle more della conversione in legge del decreto, possano avvenire sgomberi drammatici ai danni di nuclei o persone che hanno i requisiti per ottenere la proroga e abbiamo rivolto una richiesta al Prefetto di Roma affinché non conceda la forza pubblica almeno per questa tipologia di sfratti.

Neanche noi siamo innamorati delle proroghe: le persone non vogliono vivere in una costante precarietà.

Noi vogliamo una abitazione sicura, decente ed adeguata alle esigenze dei nuclei familiari e a costi sostenibili.

La proroga oggi è necessaria per impedire che famiglie e soggetti deboli vengano buttati per strada.

Per rendere le proroghe non più necessarie in futuro, serve una nuova politica della casa e un vero piano casa che incrementi l’offerta di alloggi canone sociale

Per aderire inviare una E-mail a roma@unioneinquilini.it

                                                                                                                                        UNIONE INQUILINI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>