Comunicato stampa: Regione Lazio finanzia recupero nuove case popolari e sostegno sfrattati

IMG_0671

OGGETTO: LA REGIONE LAZIO FINANZIA IL RECUPERO DI NUOVE CASE POPOLARI E UN SOSTEGNO AGLI SFRATTATI. L’UNIONE INQUILINI: “VIGILEREMO AFFINCHE’ LE COSE PROCEDANO CON TRASPARENZA E NEL RISPETTO DEI TEMPI”

Così, in una nota, il Segretario dell’Unione Inquilini di Roma Guido Lanciano:

Nel BUR Regione Lazio n.43 del 28 maggio 2015 (che stranamente rischiava di passare sotto silenzio…) sono previste due importanti novità…

La prima, certamente più significativa, è che la Regione Lazio ha disposto lo stanziamento di oltre 45 milioni di euro finalizzati al recupero di nuovi alloggi popolari da destinare alle graduatorie.

In sintesi, si tratta di un finanziamento che la regione mette a disposizione delle ATER e dei comuni per adeguare ad uso abitativo gli immobili attualmente sfitti e inutilizzati che richiedano costi di rifacimento non superiori a 50mila euro.

Questo provvedimento regionale fa seguito all’art.4 del Decreto Interministeriale 16 marzo 2015, secondo il quale entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del decreto stesso le Regioni devono trasmettere al Ministero Delle Infrastrutture gli elenchi degli interventi di recupero finanziabili, che devono a loro volta essere segnalati alla regione da parte dei Comuni aventi titolo e delle ATER.

Il fatto che si intendano ricavare nuove case popolari recuperando il patrimonio esistente, anziché costruendo ex-novo e consumando nuovo territorio, è senz’altro da accogliere positivamente.

L’entità dei finanziamenti concessi potrebbe rendere possibile, in pochi mesi e magari entro la fine dell’anno, il recupero di circa mille alloggi, da destinare a chi è in lista d’attesa nelle graduatorie.

Di questi tempi, mille nuove case popolari non sono da buttare via…

Va da sé che è necessario mantenere i riflettori puntati su Regione, ATER e Comune di Roma, affinché svolgano questo lavoro con trasparenza, serietà e, soprattutto, nei tempi previsti.

Un secondo provvedimento riguarda invece i circa 240 inquilini sotto sfratto per finita locazione che hanno già ottenuto la nota “proroga” in scadenza il prossimo 28 giugno: la regione Lazio ha infatti stanziato circa 900mila euro, con i quali il Comune di Roma dovrebbe poter concedere un contributo di tremila euro per ogni nucleo familiare: robetta insignificante certo, non adeguata neanche lontanamente alle esigenze di chi, sotto sfratto, di trova nella necessità di cercare una nuova casa a prezzi di mercato. Il Comune di Roma deve attivarsi immediatamente trasmettendo alla Prefettura l’elenco dei soggetti aventi diritto, per permettere la sospensione degli sfratti in attesa della concessione del contributo (poiché questo dovrebbe appunto essere finalizzato ad agevolare il “passaggio da casa a casa”).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>