CORTEO A CENTOCELLE: RABBIA E SOLIDARIETA’ PER ELISABETH, ANGELICA E FRANCESCA MORTE NEL CAMPER DATO ALLE FIAMME

18556405_10208702030009784_5466118012327745509_n

Roma 13 maggio – Un corteo partecipato nel quartiere di Centocelle a Roma si è stretto intorno alla famiglia delle tre sorelle uccise dal rogo, appiccato da mano sconosciuta, mentre dormivano nel camper presso il centro commerciale di viale della Primavera.

Unione Inquilini, insieme a Cub immigrazione e Sgb hanno portato in piazza tutta la solidarietà, nei confronti della comunità Rom, e la rabbia per una situazione strutturale che relega i cittadini in difficoltà ai margini di una società caratterizzata da disuguaglianze acuite da una mancanza di umanità ormai diffusa.

Oggi sono stati in tanti a chiedere maggiori tutele per tutti cittadini perché solo la casa e il lavoro sono le ricette per quella sicurezza a cui tutti avremmo diritto, a prescindere dalla nostra appartenenza etnica. Rudy Colongo U.I spiega: “In piazza nessun “buonista” o “ipocrita”, etichette con le quali oggi si rimanda a persone capaci di empatia, ma tanti cittadini indignati per la morte di tre ragazzine costrette a vivere in un alloggio di fortuna nonostante i fondi europei inutilizzati e gli ex fondi Gescal mai restituiti, che potrebbero bastare per risolvere questa situazione incivile alla quale sono costrette tante persone.”

Al termine del corteo si sono piantati tre alberi in ricordo di Elisabeth, Angelica e Francesca figlie di una città che continua a rimandare il disagio abitativo in maniera criminale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>