Delibera 140: dalla politica ancora nessuna risposta

IMG_0541

Così Rudy Colongo, della Segreteria romana dell’Unione di Roma:

“L’assessore Baldassarre dice che ci sono 750 realtà “costrette all’irregolarità”.

Il regolamento serve e serve con urgenza per regolare i rapporti del Comune con la Corte dei Conti.

La politica è totalmente assente. L’agenda viene dettata dalla corte dei Conti che chiede conti economici e ragioni di gestione al Comune. Purtroppo il vero danno non sono i soldi ma i servizi socio-culturali che vengono a mancare alle periferie già abbandonate  a se stesse.

Mafia Capitale ha scoperchiato il clientelismo e questa amministrazione, con un fare del tutto emergenziale, cerca di nascondere la spazzatura sotto il letto con una delibera approvata in pochissimo tempo facendo di tutto l’associazionismo un fascio.

Bisogna valutare le attività meritorie, sociali e un regolamento in q1uanto tale va discusso con le forze politiche di opposizione e le parti sociali.

E’ sembrato del tutto evidente nella commissione svoltasi l’8 febbraio in assessorato, che serve un atto politico urgente che lasci la custodia dei beni alle associazioni in scadenza di contratto, per evitare che gli spazi vadano in rovina o vengano occupati abusivamente e bisognerebbe verificare con quale criterio prima si applicava uno sconto dell’80% sull’affitto alle associazioni di volontariato mentre oggi si pretende che paghino il 100%, non tenendo conto che si tratta di associazioni no-profit e non di sale scommesse o di altre situazioni speculative”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>