DeLiberiamo Roma, il Comune chiude la porta in faccia ai cittadini

testata

Il Comune chiude la porta in faccia ai cittadini. Per altre info: QUI

Deliberiamo Roma, comitato promotore di 4 delibere di iniziativa popolare sottoscritte da 32mila persone, tre mesi fa ha chiesto un incontro con i capogruppi dei partiti presenti in Campidoglio e con i presidenti delle Commissioni, fissato per oggi alle ore 15 in Protomoteca.

“Siamo arrivati all’orario prestabilito e la Sala era chiusa – dichiara il Comitato – Ci è stata aperta con un’ora di ritardo, poi i vigili hanno impedito a parte dei 500 cittadini presenti di entrare, per ‘sovraffollamento di volti non raccomandabili’.

Finalmente alle 16.30 eravamo tutti all’interno ma i rappresentanti del Comune che avevano confermato la venuta erano assenti. Abbiamo quindi pacificamente invaso la piazza del Campidoglio e atteso il loro arrivo. Alle 18,00 abbiamo incontrato Erica Battaglia, consigliera del PD, Marcello De Vito, capogruppo 5stelle e Gianluca Peciola, capigruppo di SEL, chiedendo la calendarizzazione delle delibere nelle Commissioni competenti e poi in Consiglio Comunale entro dicembre.

Inoltre abbiamo richiesto un incontro urgente con il Presidente dell’Assemblea Capitolina per illustrare le nostre delibere e chiedere motivo dell’ingiustificata assenza di oggi dei rappresentanti istituzionali . Se l’Amministrazione comunale mostra ancora sordità per le richieste della cittadinanza romana, questa non si fermerà e replicherà di conseguenza.
La rete sociale di Deliberiamo Roma, per l’acqua bene comune, la finanza sociale, la scuola pubblica e il riuso del patrimonio immobiliare abbandonato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>