Dietro i numeri le famiglie. Sfratti, in aumento: 89% per morosità incolpevole

a282952b7eba47cbc3f37bdbe206484ff1dc8ff880c68d3e81ca4c84

Sono 700.000 in Italia le famiglie aventi diritto, in attesa di un alloggio popolare che, va ribadito, non esiste. Dunque 700.000 famiglia che vivono nella precarietà. Ma accanto a questi numeri va ricordato che è il caro affitti ad aver causato, inoltre, un aumento degli sfratti per morosità.

Come ha ricordato Walter De Cesaris in un’intervista recente “per ogni sfratto conclamato, possiamo dire che ci sono almeno 10 famiglie “border line” per le quali basta un evento imprevisto per precipitare nella morosità conclamato”.

Da una parte, dunque, abbiamo il dramma delle famiglie, dall’altra il piano casa del governo che non ha preso misure adeguate per risolvere questa condizione di disagio che non è più uno stato di emergenza, ma una tragica condizione quotidiana in cui le famiglie sono costrette a sopravvivere ogni giorno.

Il ministero degli interni ha reso noti i dati relativi agli sfratti dell’anno 2013. In Italia sono aumentati:  l’89% di questi, va specificato, è per morosità incolpevole. “E’ un dramma senza soluzione di continuità – dichiara Unione Inquilini Roma.”.

Nel 2013 sono state emesse ben 73.385 sentenze di sfratto, di queste 65.302 sono state per morosità incolpevole, 5.424 per finita locazione e le restanti per necessità. Confrontate con il  2012 le sentenze di sfratto sono aumentate del 4,37%.

Gli sfratti eseguiti con la forza pubblica sono stati 31.399, rispetto al 2012 + 7.70%.

“Sono dati terrificanti – sottolinea l’Unione Inquilini – che segnalano non solo che gli sfratti continuano ad aumentare ma anche l’incapacità da parte di Governo, Regioni e Comuni di affrontarli se non con interventi che inseguono l’emergenza oltretutto con iniziative ad effetto placebo. Basti pensare che il decreto attuativo relativo alla morosità incolpevole a otto mesi dall’approvazione della legge non vede luce”.

E’ così che l’Unione inquilini finisce con l’accusare il governo di “assoluta incapacità nell’affrontare la questione sfratti, davanti agli effetti annunci che continuano ad essere pubblicizzati dai giornali ma senza alcun atto concreto susseguente”.

Soffermiamoci sul Lazio. Per quanto riguarda nello specifico la situazione del Lazio, gennaio-dicembre 2013, 9388 è il numero dei provvedimenti di sfratto emessi, 3493 gli sfratti eseguiti. A Roma gli emessi sono stati 8121 e gli eseguiti 2560.

a cura di I.B.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>