IL BANDO PER LA MOROSITA’ INCOLPEVOLE BOCCIATO DALL’UNIONE INQUILINI

logo Unione Inquilini

Nella giornata di ieri è stato pubblicato il bando aperto per la morosità incolpevole del Comune di Roma. Si ripetono gli errori burocratici, già denunciati negli anni precedenti, che escluderanno i tanti cittadini che invece necessitano di questo contributo. Un allarme già lanciato peraltro nel recente convegno tenutosi a Firenze dell’Unione Inquilini dal senatore Riccardo Nencini, vice ministro delle infrastrutture, che dichiarava come il contributo per la morosità incolpevole non fosse stato erogato in numerose regioni proprio a causa delle indicazioni burocratiche ristrette.
Nel bando si chiede alle famiglie di comprovare una situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione. Come nei precedenti bandi vengono elencati solo alcuni dei requisiti previsti dal nuovo decreto ministeriale con la conseguente esclusione di numerose famiglie in difficoltà economica.
Inoltre nelle tabelle dell’articolazione del contributo il limite del reddito I.S.E. esclude le tante famiglie con un l’Isee che indica una situazione economica dei nuclei famigliari che invece avrebbero per diritto e necessità di richiedere questo sostegno.
Il segretario Unione Inquilini di Roma Guido Lanciano: “Questo bando non recepisce con le modifiche apportate ministero e contrasta con lo spirito della legge. Rischia di escludere tante persone, senza risolvere il problema degli sfratti. Per questo ribadiamo la nostra disponibilità ad un incontro per cercare di discutere sui tavoli tali modifiche necessarie e consigliare le rettifiche che possano produrre una soluzione fruibile da chi si trova in difficoltà.”
Modifiche necessarie se teniamo conto che a Roma nel solo 2016 ben 5.025 gli sfratti per morosità. Una esortazione puntuale e necessaria per non lasciare dimenticati nei cassetti della Regione Lazio un contributo importante.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>