LA GIUNTA RIMANDA A FINE GIUGNO LE POLITICHE ABITATIVE

IMG_0671

Guido Lanciano segretario dell’Unione Inquilini irrompe nell’immobilismo di questa Amministrazione: “Mentre i cittadini romani continuano a soffrire la precarietà abitativa subendo sfratti, sgomberi e difficoltà nell’assenza assoluta di qualsiasi assistenza, a distanza di soli 5 mesi dalla presentazione delle proposte con cui la Giunta comunale assicurava di risolvere il problema casa a Roma, la stessa Giunta con 2 diversi provvedimenti ha certificato l’impossibilità di attuare quanto previsto. Tutto viene rimandato a fine giugno. Infatti la Giunta comunale, non è riuscita a trovare il personale per controllare la situazione socio economiche delle 1298 famiglie che ancora vivono nei residence, per cui questi non chiuderanno e coprendosi dietro a tatticismi tecnico giuridici e a superabili divergenze con la regione, ha prorogato di 6 mesi la soluzione all’emergenza abitativa e alla chiusura dei residence.”

E prosegue: “Ricordiamo alla Sindaca che non si trova più all’opposizione e che dovrebbe finalmente convincersi ad amministrare la città di Roma. Ci chiediamo inoltre da chi sia composta la “Commissione Attuativa” e perché la stessa non si relazioni con la realtà di questa città.”

Conclude: “L’Unione inquilini ribadisce che la soluzione è possibile, e chiede l’immediata convocazione di tutti i soggetti, e la pubblicazione dei risultati finora prodotti dalla commissione prefettizia prevista dalla circolare Minniti sul censimento degli immobili vuoti. A Roma ci sono oltre 50.000 case vuote che sarebbero sufficienti a risolvere il problema casa.”

One Response to LA GIUNTA RIMANDA A FINE GIUGNO LE POLITICHE ABITATIVE

  1. Angelo Alfani scrive:

    In completo accordo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>