Patrimonio comunale, vendita 427 alloggi. Lanciano: “No alla vendita! Sindaco Marino apra gli occhi: grave crisi per diritto alla casa!”

IMG_0726

Casa, delibera comune Roma per vendita di 427 alloggi del patrimonio comunale. Lanciano: “No alla vendita del patrimonio. Il Sindaco Marino non si accorge della gravissima crisi abitativa nel comune di Roma, con sfratti e precarietà abitativa di massa”.

“L’Unione Inquilini – dichiara Guido Lanciano, Segretario Unione Inquilini roma-Lazio – oggi ha inviato a tutti i Consiglieri Comunali una lettera aperta per chiedere sospensione dell’approvazione della delibera sulla vendita delle case del patrimonio.

In una situazione di gravissima emergenza abitativa – aggiunge il Segretario - il Comune avrebbe infatti deciso di svendere il suo patrimonio abitativo, che, se gestito in modo corretto, potrebbe rendere migliaia di euro.

Gli unici inquilini che potranno acquistare gli appartamenti saranno quelli che hanno un reddito alto e sino a oggi hanno usufruito di canoni irrisori. L’Unione Inquilini – spiega Lanciano - ricorda che nel Marzo del 2014 è stato sottoscritto un accordo per il rinnovo dei contratti di locazione delle case oggi in vendita, ma il Comune non lo applica con un danno erariale di migliaia di euro al mese.

La delibera infine, eliminando l’obbligo di reinvestire in case popolari i proventi, farà perdere al Comune di Roma circa 200 milioni promessi dal Ministero ma condizionati alla compartecipazione del Comune con altrettanti milioni. Le case agli sfrattati e non ai ricchi!”

9 febbraio 2014 -

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>