Roma, Primavalle inaugura cantiere per costruzione 12 appartamenti popolari Ater. L’Unione Inquilini presenzia

primavalle_casa_mattei
E’ di oggi la notizia che vede come protagonista il quartiere Primavalle, della Capitale. Proprio qui, in presenza dell’Unione Inquilini, è stato inaugurato il cantiere per costruire 12 appartamenti popolari Ater.
L’Unione Inquilini, seppur presente, chiede: Quando altri cantieri di costruzione o recupero di altre case popolari a Roma? 

“Si tratta di un fatto importante – dichiarano concordi Renato Rizzo, responsabile zona nord ovest Unione Inquilini e Massimo Pasquini, Segreteria Unione Inquilini Roma. - Questo fatto è un segnale che non deve rimanere isolato. Solo a poche centinaia di metri da via Pietro Bembo, dove saranno costruiti i 12 appartamenti, in via Gasparri, ci sono appartamenti lasciati nel degrado e che da anni chiediamo siano inseriti nel contratto di quartiere. Cosi come in tutta Roma ci sono aree – aggiungono – di cerniera urbanistica e immobili pubblici lasciati colpevolmente sfitti e degradare”.

Che a Roma la precarietà abitativa sia un problema strutturale è ormai noto a tutti, tuttavia proprio in quanto conosciuto richiede soluzioni concrete, volte, soprattutto a favorire i cittadini in difficoltà.
“Roma – spiegano dall’Unione Inquilini Roma – deve uscire dalle politiche di emergenza e varare un piano basato sul recupero che deve essere strutturale per dare risposta alla decine di migliaia di famiglie che a Roma vivono nella precarietà abitativa, figlia di politiche del cemento, di sostegno alla rendita e alla speculazione immobiliare. Vogliamo augurarci che la giornata di oggi – spiegano – alla quale abbiamo visto partecipare le più alte cariche regionali e comunali, non sia un fatto episodico ma l’avvio, nella consapevolezza da parte delle amministrazioni interessate, che sono necessarie e improrogabili politiche abitative pubbliche. Parliamo di politiche finalizzate ad aumentare l’offerta. Occorre inoltre – concludono dall’Unione Inquilini-  la disponibilità di case popolari a canone sociale, abbandonando il finto social housing del resto dimostratosi fallimentare da tutti i punti di vista.”
a cura di i.b.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>