SFRATTI: il Comune di Roma “dimentica” di chiedere alla Regione le risorse già stanziate per il fondo “morosità incolpevole “migliaia di romani sono alle prese con l’incubo sfratti, ma in Campidoglio dormono sonni tranquilli”

IMG_0384

Morosità incolpevole, Roma:  il Comune di Roma “dimentica” di chiedere alla Regione le risorse già stanziate per il fondo “morosità incolpevole. Si tratta di un fatto gravissimo.” Denuncia Unione Inquilini di Roma. Nota della Segreteria Unione Inquilini di Roma: “Mentre  migliaia di romani sono alle prese con l’incubo degli sfratti, in Campidoglio si dormono sonni tranquilli… Pur nella scarsità delle risorse in quanto il Fondo nazionale è inadeguato, sarebbe buona regola che almeno  queste risorse siano utilizzate”.

 

Con due delibere, la Giunta Regionale ha attribuito ai comuni del Lazio la possibilità di servirsi dei fondi  messi a disposizione dallo Stato per la cosiddetta “morosità incolpevole”.

Ma il Comune di Roma si è invece “dimenticato” di chiedere i soldi, che giacciono quindi inutilizzati nella casse regionali da oltre un anno.

Le delibere regionali disponevano che i comuni avrebbero infatti dovuto predisporre un apposito “bando aperto” e degli “elenchi” pubblici dei “morosi incolpevoli” ammessi al beneficio, da aggiornare con cadenza semestrale ed inviare alla regione: ma nulla di tutto è questo è stato  fatto da parte del Dipartimento Politiche Abitative del Comune di Roma, che quindi ha deliberatamente (e illecitamente) deciso di privare i cittadini romani alle prese con il dramma degli sfratti di questa pur minima forma di sostegno alla quale avrebbero avuto diritto.

Facciano presente che gli elenchi delle famiglie con sfratto per morosità incolpevole servono anche per graduare gli sfratti da parte del Prefetto.

E’ scandaloso che il Comune di Roma continui a ignorare in modo così sfrontato i veri problemi della città. Questo è il risultato anche della mancanza da un anno di un assessore alle politiche abitative e quindi di una direzione politica del problema casa a Roma.

In ogni caso chiediamo che la Sindaca Raggi detti immediate e precise disposizioni al Dipartimento politiche abitative, nel rispetto della delibera regionale, affinché sia pubblicato in tempi brevissimi il nuovo bando per: 1)  individuare le famiglie in morosità incolpevole, 2) graduare i loro sfratti 3) mettere in atto le forme di accompagnamento sociale previste dalla legge vigente. 

Quanto da noi denunciato  è la ulteriore prova e il risultato di una colpevole disattenzione da parte della Sindaca Raggi che nonostante le dichiarazioni alla stampa attraverso le quali aveva promesso la nomina di un assessore dedicato alle politiche abitative, dopo un anno non ha ancora provveduto e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>