Sfratti. Marino-Pisapia per proroga temporanea del blocco sfratti. Lanciano: “Soddisfazione del sindacato per presa posizione netta dei sindaci”

antisfratto

Marino e Pisapia a favore delle proroga sfratti per finita locazione almeno temporanea. Lanciano: “Soddisfazione dell’Unione Inquilini per la presa di posizione dei Sindaci. Lupi deve ascoltare e prendere atto di questa richiesta salvaguardando i più deboli!”

Arriva dai Sindaci di Roma e Milano, Ignazio Marino e Giuliano Pisapia una presa di posizione netta e positiva a favore della proroga degli sfratti per finita locazione. “Una proroga almeno temporanea del blocco degli sfratti per finita locazione è necessaria”, comunicano attraverso un comunicato stampa ufficiale.

“Da parte nostra – aggiungono – stiamo mettendo in campo le misure possibili, ma queste hanno bisogno di tempo per ottenere risultati. Tempo necessario anche per l’attuazione del Piano Casa disposto dal Governo. La mancata proroga e’ arrivata nella convinzione del ministro Maurizio Lupi di aver stanziato risorse adeguate per affrontare questa emergenza. Ma i finanziamenti – spiegano – sono insufficienti e, soprattutto, arrivano con molto ritardo. Questo genera un vero problema, soprattutto nelle grandi città – concludono Marino e Pisapia. – Se infatti agli sfratti per morosità aggiungiamo l’immediata esecuzione di quelli per finita locazione in casi di fragilità economica e sociale, c’è il rischio concreto di generare nelle grandi aree urbane una tensione insostenibile”.

Le dichiarazioni dei sindaci seguono a un periodo di presidi, manifestazioni e incontri volti a ottenere questa proroga e  sono successivi anche all’appello della Danese, di Benelli e di Fucito, responsabili delle politiche per la casa di Roma, Milano e Napoli, e che il 6 gennaio, hanno chiesto a Matteo Renzi di rivedere nel decreto milleproroghe il suo mancato inserimento.

“Esprimo la soddisfazione dell’Unione Inquilini – dichiara Guido Lanciano, Unione Inquilini Roma – per la presa di posizione dei Sindaci. Lupi deve ascoltare e prendere atto di questa richiesta salvaguardando i più deboli!”

Ma il successo di questa posizione netta del sindacato dev’essere anche il merito, l’impegno e dunque il successo del sindacato che il 13 gennaio si è recato in Prefettura per consegnare a Pecoraro una lettera al Prefetto con la richiesta di sospensione degli sfratti a Roma per almeno due mesi, “Senza dimenticare – ricordavano in quei giorni le parole del Segretario Unione Inquilini roma, Guido Lanciano – tuttavia che la battaglia per il diritto alla casa chiede politiche abitative concrete e che prevedano la realizzazione attraverso il recupero dell’esistente di almeno 10.000 case”. Così come va ricordata la giornata del 20 gennaio davanti alla Camera e l’incontro che Action e Unione Inquilini hanno avuto con i deputati del Pd.

Isabella Borghese

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>