La lettera di fine anno di Massimo Pasquini, Segretario Unione Inquilini. “Non ci arrenderemo mai”

IMG_0635

Alle compagne e ai compagni dell’Unione Inquilini, agli attivisti, agli iscritti e a quanti ci seguono e ci sostengono. Siamo giunti alla fine del 2015 e ci prepariamo al 2016.

Il 2015 è stato per l’Unione Inquilini un anno denso di iniziative, attività, crescita ed emozioni.
E’ stato l’anno del Congresso Nazionale, ricco, partecipato come non mai, sostenuto con adesioni e dichiarazioni da scrittori, artisti, rappresentanti di associazioni che hanno dato a tutti noi l’opportunità di capire quanto siamo cresciuti e l’attenzione che all’esterno è data alla nostra attività. 

Il 2015 è stato segnato da importanti lotte da quelle locali a difesa delle case popolari da famelici squali che le vogliono annientare, e con loro annientare le 700.000 famiglie collocate nelle graduatorie, e a difesa delle famiglie oppresse da sfratti odiosi che sono il risultato voluto di una situazione economica che sta ridisegnando poteri, economie e povertà , in quest’ultimo caso ampliandole a dismisura perchè confacenti al pensiero unico.

Un 2015 segnato anche da iniziative e campagne nazionali quali quelle a difesa degli inquilini che avevano registrato i contratti in nero; quella per le detrazioni fiscali per gli assegnatari delle case popolari, quella per il recupero e la riqualificazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, quella contro la Tasi imposta ad inquilini e assegnatari. Come non ricordare infine la giornata 10 ottobre Sfratti Zero entrata ormai come data inamovibile delle iniziative annuali ma non come celebrazione o ricorrenza ma come momento unitario, popolare di lotta per il diritto alla casa.

Grazie alla vostra generosità volontaria e straordinaria abbiamo chiuso l’anno con un dicembre di iniziative con le quali abbiamo affermato in maniera unitaria che non intendiamo arrenderci allo stato di cose presenti, voglio ricordare la manifestazione a Milano sotto la sede della regione, quella sotto la Camera dei Deputati per gridare che l’unica stabilità che vogliamo è quella abitativa, il corteo di Messina, la fiaccolata di Palermo, ed ancora i picchetti antisfratto, innumerevoli della sede di Bergamo, il presidio delle case occupate a Viareggio del 24 dicembre e tante altre ancora che mi scuso se non cito.

Ma vorrei sottolineare e segnalare anche le occupazioni alle quali l’Unione Inquilini partecipa e sostiene ne voglio citare tre: il palazzo ex alitalia occupato a Sesto San Giovanni; il palazzo occupato ex Acea a Roma: il palazzo occupato ex caserma a Messina. Tre esperienze originali nel panorama delle occupazioni, tre iniziative dirette che hanno saputo integrarsi nel territorio e nonostante oggetto di minacce di sgombero, hanno saputo diventare luoghi sociali riconosciuti a volte con fatica anche dalle amministrazioni comunali.

Certo è difficile in poche parole racchiudere la ricchezza di una comunità di uomini e donne che volontariamente danno il loro in un sindacato che rappresenta una anomalia nel panorama italiano, infatti l’Unione Inquilini, è l’unico sindacato in Italia, anche tra quelli di base, che non usufruisce di distacchi sindacali e non ha funzionari. 
Tutti dal Presidente nazionale, al Segretario nazionale, dai componenti della segreteria nazionale ai segretari di federazione svolgono la loro attività gratuitamente con enormi sacrifici ma con la volontà e la voglia di essere dentro le contraddizioni, combatterle e affermare i diritti sociali.

Con questa lettera aperta volevo ringraziare tutte e tutti del lavoro svolto nel corso del 2015, certo di trovarvi ne 2016 nelle sedi, nelle piazze, nei picchetti antisfratto, nelle consulenze legali, nelle lotte , tra gli inquilini, gli assegnatari, i precari della casa con il coraggio, l’umiltà, e la generosità che vi contraddistingue. Grazie compagne e compagni dell’Unione Inquilini. Buon 2016 . NOI NON CI ARRENDIAMO MAI

Massimo Pasquini, Segretario Nazionale Unione Inquilini

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>